Guida all’acquisto di un Drone

Ragazzi oggi vi presentiamo la nostra guida per l’acquisto di un drone, vi consigliamo di leggervi bene gli articoli relativi alla patente di guida per i droni in modo da avere le idee chiare e precise su chi cosa come quando e perchè può guidare un multirotore sul suolo italiano.

Sul mercato esistono moltissimi droni e soprattutto chi è alle prime armi ha difficoltà nella scelta di un modello piuttosto che un altro anche perchè le differenze di prezzo possono essere piccole o in alcuni casi per i droni professionali anche significative.

Guida su quello che devi sapere prima di acquistare un Drone!

Detto questo facciamo una prima grossa distinzione tra i droni economici/giocattolo e quelli professionali:

Droni Economici

Droni giocattolo o comunque economici fino a 150€ che possono essere dotati di videocamera o meno. Spesso hanno funzionalità di base e il loro principale difetto stà nella difficoltà di manovra in caso di vento e una risoluzione davvero bassa nelle cam in dotazione. Inoltre le cam non sono stabilizzate quindi i movimenti del drone influiscono sulla qualità di ripresa del video.

Droni Professionali

I droni professionale partono dai 300€ e vengono contraddistinti da varie funzionalità avanzate come il supporto di action cam stabilizzate, possibilità di controllo a distanza e ritorno a casa in caso di perdita del segnale. Altra caratteristica da non sottovalutare è la durata della batteria che in questa fascia non dovrebbe scendere sotto i 15 minuti di volo.

Nel mondo dei multirotori abbiamo droni con:

4 motori ovvero i quadricotteri,

6 motori ovvero gli esacotteri

8 motori ovvero ottocotteri

droni coassiali che sono dotati di due motori uno sotto e uno sopra.

Avere più motori influisce sulla portata di carico del drone stesso, molti non sanno che in caso di avaria di uno dei motori il drone perde la stabilità e quindi cadere in picchiata. Solamente con i droni a 8 motori in caso di avaria di un elica è possibile avere un bilanciamento e quindi poter gestire una situazione critica, anche perchè in questo caso stiamo parlando di droni di centinaia di euro.

Autonomia di volo e durata della batteria

La durata della batteria è sicuramento un elemento da considerare, per i droni economici si va da 5 ai 10 minuti per salire nel settore professionale fino ai 15-30 minuti. Molti droni hanno il vano batteria comodo per consentire la sostituzione della medesima in poco tempo.

Fpv

Il FPV permetterà di pilotare il drone in prima persona, solitamente si raggiungono raggi di distanza dai 2 fino ai 5km. Ovviamente parliamo in questo caso di droni professionali e in italia per questo tipo di Guida (non a vista) è necessaria la patente e una certificazione specifica. Quindi prima di spendere soldi in questa tecnologia vediamo se realmente possiamo sfruttarla in sicurezza!

OSD

L’osd ovvero è la possibilità di avere un immagine in sovraimpressione durante la trasmissione real time dei dati relativi alla telemetria del drone stesso.

Droni con GPS

In questo caso i droni sono dotati di GPS ed è possibile impostare un percorso di navigazione a punti. Grazie a questa tecnologia e al software in dotazione con il drone è possibile impostare piloti automatici in modo da far percorrere al drone percorsi prestabiliti senza problema.

Condizioni meteo

Ovviamente i droni sono anche certificati per le diverse condizioni meteo sopra un certo “vento” il drone risulta instabile. Per questo motivo è opportuno conoscere quali sono queste caratteristiche perchè far volare un drone quando il vento è sopra i 14km/h potrebbe risultare pericoloso se il drone non ha le “caratteristiche” per poter volare.

Guida all’acquisto di un Drone
5 (100%) 2 votes